Orologi come non ne avete mai visti

Da sempre gli orologi esercitano un fascino elevatissimo sull’uomo.

Essi sono il complemento in grado di dare quel tocco in più sia allo stile personale (nel caso degli orologi da polso) sia all’ambiente in cui sono collocati (nel caso di orologi da parete).

Purtroppo mentre gli orologi da polso hanno seguito un percorso stilistico molto completo e variegato, gli orologi da parete hanno vissuto (e vivono ancora) una fase di stallo.

Orologi-da-polso

Quindi mentre gli orologi da polso si sono evoluti variando forme, colori, materiali e dimensioni adattandosi così ad ogni corrente stilistica, gli orologi da parete si sono standardizzati e non hanno mai raggiunto quella completezza che un oggetto così importante deve possedere.

Ma per quale motivo gli orologi da parete non hanno ancora raggiunto quell’espressività stilistica che invece è propria degli orologi da polso?

Orologi-da-parete

La risposta è semplice e riguarda la sfera tecnologica. I meccanismi per orologi da parete presenti in commercio non hanno mai conciliato tre aspetti essenziali per il mondo del design: dimensioni ridotte, elevata potenza, facilità di utilizzo.

Infatti i meccanismi per orologi da parete presenti in commercio sono essenzialmente di due tipi: i piccoli, semplici ma deboli meccanismi per orologio da cucina oppure i potenti ma ingombranti e complessi meccanismi per orologi da torre.

Dalla possibilità di unire i pregi di entrambi i meccanismi in un unica soluzione che consentisse di fornire al designer un meccanismo piccolo, semplice e potente nascono gli studi di Colaci Emilio.

Per Emilio il tempo ha sempre esercitato un fascino molto elevato per essere esiliato in sterili, standardizzati e inespressivi piccoli orologi da parete.

Colaci Emilio design: un nuovo meccanismo per grandi orologi

“Per me il tempo è quanto di più prezioso l’uomo abbia. Ogni cosa è fatta di tempo in quanto costruita, realizzata, concepita nel tempo.

Partendo dalle idee, finendo agli oggetti tutto nasce durante lo scorrere del tempo.

Per questo motivo mi sono sempre interrogato sul perché proprio gli orologi, gli strumenti destinati alla misura di una grandezza così importante come il tempo devono rinunciare alla massima espressione artistica che il mondo del design è in grado di offrire.

Compresi ben presto che il problema era di tipo tecnico e che i limiti erano imposti dai meccanismi per orologi esistenti in commercio.

Così ho dedicato anni della mia vita a studiare i meccanismi per orologi da torre che consentivano di muovere lancette molto grandi e pesanti spesso realizzate in materiali ferrosi.

Purtroppo questi meccanismi, pur essendo molto potenti, presentavano dei limiti che ne limitavano l’utilizzo nel mondo del design di grandi orologi.

Erano ingombranti e per funzionare necessitavano di una centralina di gestione altrettanto ingombrante ed anche molto costosa.

Occorreva principalmente ridurre le dimensioni e svincolare il meccanismo dal vincolo della centralina elettronica.

Era ovvio che un designer che intendeva cimentarsi nella produzione di un grande orologio non poteva lavorare compresso tra i vincoli delle grandi dimensioni del “motore” e della complessità di dover affiancare al suo progetto una centralina ed un impianto che collegasse questa all’orologio.

Per farla breve sono riuscito nel corso del tempo a mettere a punto un piccolo meccanismo dalle dimensioni molto ridotte (un parallelepipedo di base 10 e altezza 5 cm).

Questo meccanismo è capace di sprigionare una potenza pari a quella dei meccanismi per orologi da torre escludendo la presenza di una centralina di gestione e consentendone il funzionamento con una semplice alimentazione a 220v.

Un grande traguardo che segna una rivoluzione nel mondo dei grandi orologi di design”.

Colaci Emilio design: come tutto ebbe inizio.

La mia storia inizia nei campanili del Salento dove giovanissimo ho iniziato a lavorare come riparatore di Orologi.

E’ proprio in questi luoghi, colmi di fascino e storia, che la mia passione per il tempo, già presente in giovanissima età, ha iniziato a prendere vita passando da semplice vezzo intellettuale a voglia di realizzare grandi orologi da parete degni di misurare il tempo.

Colaci Emilio Design: mission & vision

Quel tempo oggi sottovalutato, svalutato, sprecato e non compreso. Quel tempo che non volevo più percepire come sterile ticchettio, tanto meno come unità di misura.

Il mio progetto, risultato di un lungo lavoro di ricerca, meditazione ed introspezione, fonde design, arte e pensiero per dare luogo ad una “filosofia tridimensionale” che consente di attribuire al tempo un valore nuovo restituendo ad esso l’importanza da sempre negata alla sua rappresentazione.

Ho sviscerato la concezione del tempo fino a percepirlo come materia liquida in grado di espandersi in tante direzioni simultaneamente. Quindi tempo che si eleva, non che avanza, tempo che diviene emotività estendendosi su più direzioni simultaneamente.

Il mio fine è quello di liberare il tempo dalla trappola dell’unicità approdando ad una strana (inutile quanto fondamentale) forma di singolarità temporale, per cui il tempo non è unico: per ogni uomo esiste un tempo. Il suo tempo. Il tempo delle sue emozioni, dei suoi valori, delle sue priorità.

Da sempre percepisco l’uomo come esistenza fatta di tempo; nel tempo si evolve e nel tempo si muovono i suoi pensieri, le sue azioni. Così, noi uomini, diventiamo semplici involucri che si riempiono di tempo.

Sulla base di ciò possiamo comprendere che senza tempo l’uomo non esisterebbe – e questo è banalmente ovvio; ciò che non è altrettanto ovvio è che sprecando il proprio tempo l’uomo non fa altro che sprecare se stesso, il suo Io, la sua stessa esistenza.

Il mio è dunque un invito a rallentare, a riappropriarsi di quel tempo che oggi viene costantemente barattato con la frenesia, la distrazione, la superficialità; il mio è un invito a ritornare a vivere il nostro tempo “in prima persona”.

Mai più orologi ma opere d’arte

Opere d’arte che raccontano il tempo non che lo segnano. Opere in grado di rallentare il tempo. Opere che raccontano l’uomo e inducono alla riflessione, al rallentamento appunto.

Mani e pensieri che si intrecciano nel tempo creando tempo. Confusione e smaterializzazione di ciò che sinora è stato per giungere alla nascita d’un tempo nuovo degno d’essere ascoltato, percepito, vissuto.

Il tempo merita attenzione, valorizzazione, amplificazione. La sua rappresentazione non può per tanto essere stereotipizzata tanto meno può cedere alla sterilità della effimera, fredda, rapida produzione in serie.

Un cammino, il mio, che partendo dalla filosofia attraversa l’arte, il design, per giungere al fascino della produzione artigianale con la nascita di vere e proprie opere d’arte che raccontano il tempo.

Insieme ad un folto gruppo di designer, artisti e pensatori puntiamo ad una rapida retrocessione per spogliare il “progresso” di tutta quella materialità che ci ha indotti a svendere il nostro tempo e ad una conseguente rivalutazione di noi stessi, delle nostre emozioni, della nostra esistenza: del nostro tempo!

Visita www.clocksmadein.it